Multifunzioni e stampanti UTAX

16/08/2018


OK MAGAZINE
Fatturazione elettronica 2019: cos’è, come funziona e conseguenze per le aziende

Fatturazione elettronica 2019: cos’è, come funziona e conseguenze per le aziende

Dal 1° gennaio 2019 entrerà in vigore la fatturazione elettronica obbligatoria. Ecco cosa cambierà per le imprese che dovranno adeguarsi alla normativa.

Dopo l’amministrazione pubblica che ha introdotto la fatturazione elettronica già dal 2015, ora tocca alle imprese private. La Legge di Bilancio 2018 emanata a dicembre 2017 parla chiaro: dal 1° gennaio 2019, le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello stato italiano dovranno essere documentate da fatture elettroniche. Allo stesso modo, anche i fornitori di benzina o gasolio o le imprese sub-appaltate alla pubblica amministrazione saranno soggette all’obbligo di fatturazione elettronica a partire dal 1° Gennaio 2019 e non, come previsto inizialmente, dal 1° Luglio 2018.

fatturazione elettronica b2b obbligatoria

Come funziona la fatturazione elettronica

La fatturazione elettronica tra aziende è un processo il cui risultato porta all’emissione di una fattura in formato XML che verrà trasmessa, ricevuta, firmata e conservata in maniera digitalizzata. A tal proposito, nasce un sistema di interscambio messo a punto dall’Agenzia delle Entrate e gestito da Sogei, una società controllata dal Ministero dell'economia e delle finanze che opera nel settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, il cui compito sarà quello di fornire un servizio completamente gratuito alle imprese per trasmettere e ricevere le fatture elettroniche.

Con l’introduzione della fatturazione elettronica, la tradizionale fattura cartacea perde qualsiasi validità legale e fiscale se non tramutata in formato XML. Si tratta di una manovra messa a punto dal governo insieme all’Agenzia delle Entrate per combattere l’evasione fiscale, tenere traccia di tutti i movimenti delle diverse imprese presenti sul territorio italiano e assicurare la massima trasparenza tra aziende. Il formato elettronico garantisce infatti l’autenticità dell’origine, l’integrità del contenuto e la leggibilità della fattura dal momento della sua emissione fino al termine del suo periodo di conservazione. Insomma, la fatturazione elettronica B2B consiste nell’utilizzo degli stessi parametri che regolano la trasformazione in XML, la trasmissione, la ricezione e la conservazione delle fatture elettroniche della PA (Pubblica Amministrazione) anche tra aziende private.

fatturazione elettronica gennaio 2019

Chi dovrà adeguarsi alla fatturazione elettronica

Entro il 1° gennaio 2019, la fatturazione elettronica obbligatoria entrerà in vigore per tutte le aziende, i liberi professionisti e chiunque sia in possesso di partita iva, mentre esulano dal seguente obbligo tutti coloro che svolgono prestazioni occasionali senza raggiungere i 5.000 euro di guadagni all'anno.

Ad essere interessati dalla normativa saranno anche tutti i fornitori di benzina e gasolio che, come da Art. 1, Comma 920 della Legge di Bilancio 205/2017, dovranno ricorrere alla fatturazione elettronica b2b nel caso di “acquisti di carburante per autotrazione effettuati presso gli impianti stradali di distribuzione da parte di soggetti passivi dell'imposta sul valore aggiunto devono essere documentati con la fattura elettronica”. Pertanto, l’obbligo non scatterà per tutte le cessioni di carburante, ma solo per quelle in cui l’acquirente informerà che l’acquisto è stato realizzato in virtù di un’attività di impresa o professione.

fatturazione elettronica carburanti

Le conseguenze della fatturazione elettronica tra aziende

Cambiando il processo di fatturazione, cambiano anche le dinamiche e i workflow che hanno regolato fino a oggi la fatturazione in azienda. Alcune delle conseguenze implicate dalla normativa prevedono l’obbligo di conservare le fatture in formato digitale, la capacità di emettere fatture nel formato elettronico richiesto (XML) e la difficoltà nell’interpretazione del contenuto riportato con un codice linguistico ben diverso da quello utilizzato quotidianamente. In pochi hanno, però, compreso che il vero ostacolo per le aziende che dovranno adeguarsi alla nuova normativa non è quello di dover utilizzare un diverso formato o di inviare al sistema di interscambio delle fatture elettroniche, ma quello di integrare questi aspetti nei flussi di lavoro riconciliandoli digitalmente all’interno dell’intero ciclo dei preventivi, degli ordini, delle commesse, degli incassi e dei pagamenti. Questa rappresenta la reale problematica a cui le aziende andranno incontro a partire dal 1° gennaio 2019.

Per questo motivo, le aziende necessitano di avere un programma per gestire il tutto. Consci di questo, abbiamo cercato sul mercato un applicativo che possa risolvere al meglio tutte le problematiche che i nostri clienti dovranno affrontare. Con la veste consulenziale che ci contraddistingue, vogliamo proporvi la nostra soluzione documentale O.K. Doc in grado di soddisfare tutte queste esigenze svolgendo il ruolo di intermediario sia tra l’azienda che emette la fattura e il sistema di interscambio sia tra lo stesso sistema e il destinatario della fattura. In che modo? Offrendo la possibilità di visualizzare la fattura in maniera semplificata ed efficiente attraverso un foglio di stile residente nel nostro programma; di gestire automaticamente le notifiche di invio e l’aggiornamento dello stato dei documenti; di automatizzare i processi contabili e lavorativi riorganizzando l’intero ciclo dell’azienda di modo da ridurne i tempi e i costi di gestione che, secondo l’Unione Europea, ammontano a circa 10 euro a fattura. Così, il processo lavorativo non subirà alcun cambiamento nel modus operandi, bensì godrà di una ridistribuzione intelligente delle risorse umane, di un miglioramento organizzativo, di una maggiore semplificazione nel monitoraggio dei controlli fiscali, nonché di una garanzia nell'adempimento della normativa sulla fatturazione elettronica. Per avere maggiori informazioni o parlare con un consulente che ti illustri la soluzione documentale, scrivici nella sezione contattaci.

11/06/2018

Sei un rivenditore?


Visita Ok Magazine - il blog dedicato alla tua attività commerciale


Iscriviti alla newsletter


Resta informato sulle novità dal mondo dell’ufficio


In evidenza


GDPR, tutto sul nuovo regolamento europeo sulla privacy

GDPR, tutto sul nuovo regolamento europeo sulla privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrata in vigore la nuova normativa sulla protezione dei dati personali, ma nove aziende su dieci non si sono ancora adeguate.


Fatturazione elettronica 2019: cos’è, come funziona e conseguenze per le aziende

Fatturazione elettronica 2019: cos’è, come funziona e conseguenze per le aziende

Dal 1° gennaio 2019 entrerà in vigore la fatturazione elettronica obbligatoria. Ecco cosa cambierà per le imprese che dovranno adeguarsi alla normativa.


UTAX ti dà il benvenuto nell'Orange Monday

UTAX ti dà il benvenuto nell'Orange Monday

Oggi nasce l’Orange Monday di UTAX, uno spazio informativo per mantenervi sempre aggiornati sulle novità e i cambiamenti dal mondo delle imprese, della tecnologia e dell’office automation.


In questo numero


Smart working, tutto quello che c’è da sapere sul lavoro da remoto

Il lavoro agile o smart working è la nuova frontiera della gestione degli spazi e delle risorse in ...[continua]


Tutte le soluzioni di stampa perfette per hotel, ma non solo

Da "U-Print" ad "Addio tipografia", ecco tutte le soluzioni pensate per realtà dinamiche come ...[continua]


Scansione, come si fa e gli strumenti per aumentarne l’efficienza

Con l'intento di ottimizzare i tempi e le prestazioni lavorative, vi sveliamo una soluzione vincente ...[continua]


Come migliorare le prestazioni di una stampante multifunzione con l’aiuto dei software

Senza i software che compongono l’intelligenza di una multifunzione, l’hardware non avrebbe più ...[continua]


Utax Social


16/08/2018 OK MAGAZINE Fatturazione elettronica 2019: cos’è, come funziona e conseguenze per le aziende Dal 1° gennaio 2019 entrerà in vigore la fatturazione elettronica obbligatoria. Ecco cosa cambierà per le imprese che dovranno adeguarsi alla normativa. Condividi Dopo l’amministrazione pubblica che ha introdotto la fatturazione elettronica già dal 2015, ora tocca alle imprese private. La Legge di Bilancio 2018 emanata a dicembre 2017 parla chiaro: dal 1° gennaio 2019, le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello stato italiano dovranno essere documentate da fatture elettroniche. Allo stesso modo, anche i fornitori di benzina o gasolio o le imprese sub-appaltate alla pubblica amministrazione saranno soggette all’obbligo di fatturazione elettronica a partire dal 1° Gennaio 2019 e non, come previsto inizialmente, dal 1° Luglio 2018. Come funziona la fatturazione elettronica La fatturazione elettronica tra aziende è un processo il cui risultato porta all’emissione di una fattura in formato XML che verrà trasmessa, ricevuta, firmata e conservata in maniera digitalizzata. A tal proposito, nasce un sistema di interscambio messo a punto dall’Agenzia delle Entrate e gestito da Sogei, una società controllata dal Ministero dell'economia e delle finanze che opera nel settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, il cui compito sarà quello di fornire un servizio completamente gratuito alle imprese per trasmettere e ricevere le fatture elettroniche. Con l’introduzione della fatturazione elettronica, la tradizionale fattura cartacea perde qualsiasi validità legale e fiscale se non tramutata in formato XML. Si tratta di una manovra messa a punto dal governo insieme all’Agenzia delle Entrate per combattere l’evasione fiscale, tenere traccia di tutti i movimenti delle diverse imprese presenti sul territorio italiano e assicurare la massima trasparenza tra aziende. Il formato elettronico garantisce infatti l’autenticità dell’origine, l’integrità del contenuto e la leggibilità della fattura dal momento della sua emissione fino al termine del suo periodo di conservazione. Insomma, la fatturazione elettronica B2B consiste nell’utilizzo degli stessi parametri che regolano la trasformazione in XML, la trasmissione, la ricezione e la conservazione delle fatture elettroniche della PA (Pubblica Amministrazione) anche tra aziende private. Chi dovrà adeguarsi alla fatturazione elettronica Entro il 1° gennaio 2019, la fatturazione elettronica obbligatoria entrerà in vigore per tutte le aziende, i liberi professionisti e chiunque sia in possesso di partita iva, mentre esulano dal seguente obbligo tutti coloro che svolgono prestazioni occasionali senza raggiungere i 5.000 euro di guadagni all'anno. Ad essere interessati dalla normativa saranno anche tutti i fornitori di benzina e gasolio che, come da Art. 1, Comma 920 della Legge di Bilancio 205/2017, dovranno ricorrere alla fatturazione elettronica b2b nel caso di “acquisti di carburante per autotrazione effettuati presso gli impianti stradali di distribuzione da parte di soggetti passivi dell'imposta sul valore aggiunto devono essere documentati con la fattura elettronica”. Pertanto, l’obbligo non scatterà per tutte le cessioni di carburante, ma solo per quelle in cui l’acquirente informerà che l’acquisto è stato realizzato in virtù di un’attività di impresa o professione. Le conseguenze della fatturazione elettronica tra aziende Cambiando il processo di fatturazione, cambiano anche le dinamiche e i workflow che hanno regolato fino a oggi la fatturazione in azienda. Alcune delle conseguenze implicate dalla normativa prevedono l’obbligo di conservare le fatture in formato digitale, la capacità di emettere fatture nel formato elettronico richiesto (XML) e la difficoltà nell’interpretazione del contenuto riportato con un codice linguistico ben diverso da quello utilizzato quotidianamente. In pochi hanno, però, compreso che il vero ostacolo per le aziende che dovranno adeguarsi alla nuova normativa non è quello di dover utilizzare un diverso formato o di inviare al sistema di interscambio delle fatture elettroniche, ma quello di integrare questi aspetti nei flussi di lavoro riconciliandoli digitalmente all’interno dell’intero ciclo dei preventivi, degli ordini, delle commesse, degli incassi e dei pagamenti. Questa rappresenta la reale problematica a cui le aziende andranno incontro a partire dal 1° gennaio 2019. Per questo motivo, le aziende necessitano di avere un programma per gestire il tutto. Consci di questo, abbiamo cercato sul mercato un applicativo che possa risolvere al meglio tutte le problematiche che i nostri clienti dovranno affrontare. Con la veste consulenziale che ci contraddistingue, vogliamo proporvi la nostra soluzione documentale O.K. Doc in grado di soddisfare tutte queste esigenze svolgendo il ruolo di intermediario sia tra l’azienda che emette la fattura e il sistema di interscambio sia tra lo stesso sistema e il destinatario della fattura. In che modo? Offrendo la possibilità di visualizzare la fattura in maniera semplificata ed efficiente attraverso un foglio di stile residente nel nostro programma; di gestire automaticamente le notifiche di invio e l’aggiornamento dello stato dei documenti; di automatizzare i processi contabili e lavorativi riorganizzando l’intero ciclo dell’azienda di modo da ridurne i tempi e i costi di gestione che, secondo l’Unione Europea, ammontano a circa 10 euro a fattura. Così, il processo lavorativo non subirà alcun cambiamento nel modus operandi, bensì godrà di una ridistribuzione intelligente delle risorse umane, di un miglioramento organizzativo, di una maggiore semplificazione nel monitoraggio dei controlli fiscali, nonché di una garanzia nell'adempimento della normativa sulla fatturazione elettronica. Per avere maggiori informazioni o parlare con un consulente che ti illustri la soluzione documentale, scrivici nella sezione contattaci. Condividi Tags: software soluzione informatica normativa 11/06/2018 Sei un rivenditore? Visita Ok Magazine - il blog dedicato alla tua attività commerciale Iscriviti alla newsletter Resta informato sulle novità dal mondo dell’ufficio Email Inserita Correttamente    In evidenza GDPR, tutto sul nuovo regolamento europeo sulla privacy A partire dal 25 maggio 2018 è entrata in vigore la nuova normativa sulla protezione dei dati personali, ma nove aziende su dieci non si sono ancora adeguate. Fatturazione elettronica 2019: cos’è, come funziona e conseguenze per le aziende Dal 1° gennaio 2019 entrerà in vigore la fatturazione elettronica obbligatoria. Ecco cosa cambierà per le imprese che dovranno adeguarsi alla normativa. UTAX ti dà il benvenuto nell'Orange Monday Oggi nasce l’Orange Monday di UTAX, uno spazio informativo per mantenervi sempre aggiornati sulle novità e i cambiamenti dal mondo delle imprese, della tecnologia e dell’office automation. In questo numero Smart working, tutto quello che c’è da sapere sul lavoro da remoto Il lavoro agile o smart working è la nuova frontiera della gestione degli spazi e delle risorse in ...[continua] Tutte le soluzioni di stampa perfette per hotel, ma non solo Da "U-Print" ad "Addio tipografia", ecco tutte le soluzioni pensate per realtà dinamiche come ...[continua] Scansione, come si fa e gli strumenti per aumentarne l’efficienza Con l'intento di ottimizzare i tempi e le prestazioni lavorative, vi sveliamo una soluzione vincente ...[continua] Come migliorare le prestazioni di una stampante multifunzione con l’aiuto dei software Senza i software che compongono l’intelligenza di una multifunzione, l’hardware non avrebbe più ...[continua] [visualizza l'archivio notizie] Utax Social function mostraOK() { document.getElementById("ii").style.display="none"; document.getElementById("mail").style.display="none"; document.getElementById("ok").style.display="block"; }